Ripensare il futuro con una comunicazione consapevole e olistica

Katharine Viner è la prima direttrice del Guardian, che in tre anni ha riportato il quotidiano britannico in attivo, sanando un debito di 57 milioni di sterline.

Oltre ad accorgimenti tecnici, come ripensare il formato del quotidiano cartaceo per renderne più conveniente la produzione, il Guardian ha visto crescere in modo esponenziale le donazioni e gli abbonamenti dei lettori online anche grazie a un impegno non scontato nei confronti della comunicazione e del linguaggio. Continue reading →

Traduzione e revisione di testi alberghieri: personalità, stereotipi e terminologia

Perché di santuari, fughe, decorazioni e lusso ne abbiamo abbastanza, vero?

Nel corso dell’ultimo mese, tra altri lavori di traduzione, transcreation e revisione, sono stata impegnata in un progetto molto interessante e intelligente: rivedere l’adattamento italiano del nuovo sito web di una catena internazionale di hotel del settore lusso.

Molto interessante, perché non è di tutti i giorni la possibilità di revisionare un sito web di queste dimensioni, nel settore principale di tua competenza (quello dell’ospitalità) e nel segmento in cui hai più esperienza (quello del lusso).

Molto intelligente, perché, di nuovo, non capita tutti i giorni di lavorare con clienti che danno importanza alla voce con cui si presentano al proprio pubblico. Può sembrare un paradosso. Invece, è proprio così: quasi una rarità. Continue reading →

The language of luxury and the luxury of language

The following is an extract in English of a contribution to Traduire, the magazine published twice a year by SFT, the French association of translators. The December 2016 issue was dedicated to luxury, fashion and translation.

REVUE TRADUIRE
No. 235 – Luxe, mode… et traduction!
Published by SFT – Société française des traducteurs, December 2016

In this article I would like to share a few thoughts about the language of luxury, with some regard to the Italian language and from the point of view of a language professional like myself. Continue reading →

Rivoluzione digitale e ospitalità: integrazioni, potenzialità, esempi

Recentemente ho lavorato alla traduzione italiana di un libro che indaga uno degli argomenti che più interessano e di cui mi occupo: le nuove tecnologie digitali e le trasformazioni che ne conseguono nell’immediato e nel futuro, con particolare applicazione al mondo dei brand e del marketing.

Mi sono chiesta allora se queste nuove tecnologie, dalla realtà virtuale a quella aumentata, passando per i chatbot, sono già entrate in un altro settore di mia stretta competenza, l’ospitalità, e se sì, in che modo. Continue reading →